Skip to main content
come baciare bene

Come dare dei baci sensuali e bellissimi

Il bacio è uno dei momenti più importanti della vita perché con esso si costruisce la base di un rapporto. Se viene fatto bene ed è coinvolgente è segno che c’è una affinità ed intimità ed è anche per questo che alcune popolazioni li usano come forma di saluto e segno di pace.

Non tutti riescono al primo tentativo ed i fattori sono tanti, non ultimo un po’ di incertezza. Tuttavia con un minimo di confidenza si riesce a superare ogni problema. L’importante è sapere in che direzione proseguire. Occorre un po’ di allenamento e di pratica e di solito è una fatica molto piacevole, ma se si parte con un minimo di cognizione di base si può riuscire a dare baci soddisfacenti anche da principianti.

Se vuoi sapere come si fa ti conviene leggere perché troverai tanti consigli che possono esserti utili per cominciare e anche per proseguire: ecco una breve guida su come baciare bene!

Perché è importante baciare bene

Sin dall’alba dei tempi il bacio è stato segno di affetto, ma non solo perché in molte società indica anche rispetto. Si tratta di un’azione coinvolgente in cui due persone uniscono le labbra ed entrano in sintonia. È difficile trovare qualcuno che ci baci davvero bene e quando questo succede è probabile che si possa andare oltre, perché è il nostro inconscio che ci guida e ci fa capire che la persona che abbiamo davanti è compatibile.

Un bacio coinvolgente attiva meccanismi psicologici ed ormonali che servono per predisporre meglio agli atti amorosi, anche se non tutti i baci hanno questo scopo. Il meccanismo dominante è sempre quello del rilassamento ed è per questo che si usa anche per trasmettere affetto verso qualcuno, e non solo attrazione fisica.

È risaputo che una coppia affiatata non rinuncia mai a questo momento di intimità, anche dopo molti anni e spesso il bacio è l’elemento che cementifica un rapporto. Spesso ci si accorge che qualche cosa non va da come si modificano i baci, se si allungano o diventano sempre più superficiali, se sono profondi e passionali, oppure distratti e di routine.

Nel caso degli adolescenti e dei giovani, inoltre spesso rappresenta anche l’unico mezzo che hanno a disposizione per entrare in intimità, soprattutto in situazioni dove c’è una certa restrizione sociale o dove per altri motivi non si possa o non si voglia andare oltre.

Tipi di bacio

Esistono molti tipi di bacio, da quelli casti a quelli passionali. In un rapporto si possono esplorare tutti, assaporando le sfumature e scoprendo nuove emozioni, oppure andando a recuperare stati sopiti.

Il bacio sulla guancia è il prologo dei baci più passionali. Molto spesso è il punto di partenza fra fidanzatini, ma se in una coppia rodata lo usa troppo spesso significa che i rapporti si stanno raffreddando.
Il bacio a stampo è quello che si fa a labbra chiuse, su quelle del partner. Si usa anche come saluto, oppure come primo bacio all’inizio di una storia, o come segno affettuoso e scherzoso. Se diventa un’abitudine, però, indica che la passione sta scemando. Se si rimane a baciarsi a lungo con le labbra chiuse, può anche fare parte di un gioco passionale e di complicità, dipende un po’ dai singoli casi.

Il bacio alla francese o con la lingua, per noi italiani è quello per antonomasia. Qua le labbra si toccano, le bocche si aprono e le lingue giocano con passione. Amatissimo dalle coppie che si sono formate da poco, a volte con l’andare del tempo si abbrevia e perde un po’ di appeal, anche perché si passa rapidamente ad altre fasi di petting.

Il bacio sul collo è uno dei punti chiave per prendere la direzione che porta a fare sesso, perché questa area particolarmente vulnerabile e sensibile del corpo umano, se baciata, fa riempire di brividi e spinge ad assumere posizioni adatte al sesso, come inarcare la schiena e spingere indietro i fianchi, nel caso delle ragazze e delle donne.

I baci passionali, in realtà sono formati da tutta una serie di azioni che non coinvolgono solo le labbra, ma anche il toccarsi, esplorare con le mani, cercare di baciare il collo ed altre parti e che spesso portano velocemente a letto a fare sesso. Coinvolgono anche spesso petting ed un notevole incremento del ritmo respiratorio.

Cosa fare per baciare bene

Per prima cosa si devono leggere i segni del corpo. Infatti il partner messo di fronte alla possibilità di un bacio risponde in tre maniere differenti: è ben disposto, vuole giocare, non vuole il bacio.

Se si allontana vistosamente ad ogni tentativo da parte nostra è bene rinunciare. Il caso più diffuso ed il più complicato è quando vuol giocare. Alternerà momenti di ritrosia con altri in cui si espone di più. Per un principiante è un enorme problema, ma basta capire che le fasi di ritirata non sono mai significative. La scelta migliore è quella di assecondarla almeno per un po’, studiando il ritmo.

È fondamentale capire in che momento passare dal contatto fugace delle labbra ad una presa più sicura, bloccandola in qualche modo. Fa parte del gioco, quindi spingere contro un muro oppure afferrarla per spalle e braccia, non in maniera violenta, rientra perfettamente nel lecito. Una volta prese le redini starebbe a noi condurre le danze, ma è soltanto un’illusione, perché il gioco funziona in un’altra maniera.

Chi ha fatto la prima mossa si è messo in trappola e deve aspettare la risposta del partner che diventa aggressivo e passionale, spesso cercando di divincolarsi dalla presa solo per verificare quanto è stretta. Attenzione però, perché in alcuni casi può succedere che effettivamente ci sia di mezzo un cambio di rotta. Allora bisogna essere tempestivi e si deve allentare la presa. Tutto si basa su un gioco di tentativi quindi inutile arrabbiarsi o avere scatti, meglio essere flessibili e dinamici.

Per baciare bene ci sono però alcuni semplici accorgimenti. Cercare di ridurre un po’ la salivazione, perché non c’è niente di peggio che trovarsi la bocca piena di saliva in eccesso. Il bacio deve essere umido. La lingua si deve muovere flessuosa, evitar l’effetto mulinello o la lingua rigida, ma giocare con quella della partner, tentando di capire come ci si deve muovere nella bocca.

Respirare può essere complicato e se ci manca un po’ il fiato ci si può staccare e sfruttare la situazione per guardare negli occhi la partner, con un po’ di intensità, approfittando per riprendere fiato. L’importante è che il bacio avvenga in un momento opportuno, quindi di solito è bene evitare gli ambienti troppo affollati o confusionari preferendo uno spazio più intimo o più appartato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + sette =