Skip to main content
Come fare un ditalino

Come fare un ditalino da farle perdere la testa

Abbiamo già trattato il tema della masturbazione femminile, ma è giunto il momento di scendere nello specifico. Come fare un ditalino?

Il termine indica la masturbazione fatta con le dita, appunto. Puoi stimolare il clitoride, le pareti vaginali interne e entrambe le zone, a seconda delle preferenze della donna cui ti accompagni. Puoi usarlo anche in combinazione con il sesso orale, per massimizzare le sensazioni date dalla tua lingua. Devi però fare molta attenzione: il ditalino è una pratica spesso sottovalutata. Se fatto bene, può regalare orgasmi da favola. Se fatto male…

Prepararti per fare il ditalino

Prima di fare un ditalino devi preparare te stesso e la partner. Per quanto riguarda la tua persona, ti bastano due piccole precauzioni.

  • Tagliati le unghie e tienile corte. Che tu sia un uomo con una donna o una donna con una donna, le unghie lunghe sono bandite. Facendo un ditalino con le unghie lunghe rischi di graffiare le pareti vaginali. Invece che dare piacere alla partner, le procureresti bruciore e magari anche una piccola infezione.
  • Lavati le mani. Sulle tue mani si rintanano milioni di batteri, pronti a nascondersi tra le morbide pieghe di una vagina. Se siete a casa e non hai toccato soldi o altri oggetti sporchi, puoi soprassedere. Se però sei appena arrivato da fuori, una capatina al lavandino è tassativa.
  • Accertati di non avere taglietti sulle dita. I fluidi vaginali sono un veicolo di malattie, specie se fai sesso occasionale.

Prepararla per un grande ditalino con orgasmo

A questo punto puoi buttarti sulla sua vagina? Ti conviene aspettare ancora un attimo. Se vuoi fare un grande ditalino con orgasmo finale, ci sono un paio di trucchi preliminari da seguire.

  • Accarezzale il seno e le cosce. Con le donne è importante costruire la tensione sessuale strato dopo strato. Prima di infilarti in mezzo alle sue gambe, accarezzala in altre zone erogene fino a farla impazzire.
  • Sfiora le grandi e le piccole labbra sopra le mutandine. Quando inizia ad essere eccitata, passa la mano sulla vulva in una carezza sconcia. È utile anche per controllare quanto è bagnata.
  • Usa il lubrificante, soprattutto se stai facendo sesso con una donna matura. Con l’età le donne si lubrificano meno, indipendentemente dal grado di eccitazione. Inoltre, il lubrificante aiuta a intensificare la stimolazione, dato che elimina l’attrito.

L’ultimo punto è particolarmente importante. Ricorda che punti come il clitoride non si lubrifica da solo. Considera anche che il grado di lubrificazione di una donna può variare a seconda del periodo del mese.

Masturbare una donna con solo un dito (o due)

Sì, è giunto il momento del ditalino con orgasmo finale. Il modo migliore per masturbare una donna è iniziare dal clitoride, centro incontrastato del piacere femminile. Lubrifica il dito e accarezza il clitoride da sopra il cappuccio, senza toccarlo direttamente. Soprattutto in questa fase, la perla che sbuca dalle piccole labbra – il cosiddetto “glande” del clitoride – è molto sensibile.

Se vuoi un orgasmo garantito, continua a stimolare il clitoride durante tutte le fasi che seguono. Usa il pollice per accarezzarlo, l’altra mano, la lingua o un vibratore. Se stai facendo sesso con una coppia, fatti aiutare dall’altra persona lì con voi.

Ecco come fare un ditalino.

  1. Penetrala con solo una falange e fai avanti e indietro. Se non è molto bagnata, usa un po’ di lubrificante.
  2. Segui il perimetro interno della vagina con il polpastrello. Questi primi due punti servono per aumentare l’eccitazione.
  3. Vai un po’ più a fondo. Usa il dito piegato a uncino per esplorare la parete anteriore della vagina.
  4. Stimola le pareti interne con due movimenti: circolari e picchiettando ritmicamente. In alternativa, puoi fare anche avanti e indietro con due dita. Valuta qual è la soluzione migliore in base alle reazioni della partner: non c’è una risposta giusta per tutte.

Come far squirtare una donna

Con la tecnica giusta, puoi usare il ditalino per farla squirtare stimolando il cosiddetto punto G. Si trova nella parete vaginale anteriore, a circa 5 cm dall’ingresso. Nonostante il nome, non è un vero e proprio punto; è più che altro un cuscinetto ricco di terminazioni nervose. Si trova pressapoco sotto il clitoride, il che spiega perché è tanto sensibile.

Per far squirare una donna, devi stimolare il “punto” G da dentro e da fuori.

  1. Cerca un’area spugnosa e un po’ sporgente poco sopra l’ingresso della vagina.
  2. Premila con uno o due polpastrelli e picchiettaci sopra con decisione. Attento a non esagerare.
  3. Usa la mano libera – o quella di un gentile assistente – per premere il monte di Venere. La pressione esterna serve a intensificare quella interna.
  4. Non prendertela se non schizza. Non tutte le donne sono in grado di squirtare sempre. Alcune lo fanno solo in determinati periodi del mese, altre mai nella vita. Va bene così.

E tu? Quali sono le tua tecniche per fare un ditalino che le faccia vedere le stelle? Lasciaci un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 7 =