Skip to main content
come usare le pinze per capezzoli

Pinze per capezzoli. Guida all’uso per principianti

Apprezzate dai patiti del kinky estremo e soddisfacenti anche per chi cerca una stimolazione capezzoli più intensa, le mollette per nipples sono un sex toy perfetto per il tuo nipple play. Ma come usare le pinze per capezzoli, se non sei pratico di accessori BDSM?

Questi morsetti possono fare un gran bene ai capezzoli, eccitandoli e rendendoli ancora più sensibili. Possono fare, però, anche un gran male, quando usati da chi non ne ha esperienza. È per questo che abbiamo pensato a una breve guida su come usare le mollette per capezzoli. Leggila, prima di avventurarti con la stimolazione dei nipples. Ti aiuterà a scegliere il modello di pinze capezzoli per principianti e a usarle in tutta sicurezza.

A cosa servono le pinze per capezzoli

Visto che sei principiante, iniziamo la nostra guida dalle basi e vediamo subito a cosa servono i morsetti per capezzoli. Queste piccole pinze sono usate per torturare i capezzoli nelle pratiche sadomaso più estreme. Ma sono anche oggetti di piacere per inturgidire i capezzoli e prepararli a più gustose leccatine e suzioni. Hai letto il nostro articolo sull’orgasmo dei capezzoli? Ti consigliamo di farlo, per capire quanto potente può essere il godimento ottenuto titillando, pizzicando e stuzzicando questa zona erogena così potente.

Ebbene: le pinze per capezzoli accentuano il piacere perché fanno affluire più sangue nel capezzolo, rendendolo duro e più sensibile ad altre stimolazioni. Non serve essere seguaci del sadomaso strong, per apprezzare le facoltà lussuriose di questi sex toys per capezzoli. Basta scegliere il modello giusto e utilizzarlo con attenzione sui capezzoli del tuo compagno o di una donna disponibile a questo genere di giochi hot.

Quanti tipi di pinze per capezzoli ci sono

Ci sono due tipi di morsetti per capezzoli: quelli regolabili e le pinze non regolabili. Le pinze capezzoli per principianti sono quelle regolabili. Hanno infatti una rotellina sui morsetti che ti permette di regolare la stretta sul capezzolo. Con questo modello puoi sperimentare il piacere su di te o sui tuoi partner, cominciando in modo soft e proseguendo, se la cosa piace, con una pressione sempre più intensa.

Le prime volte, però, meglio usare le pinze regolabili per capezzoli con dolcezza. I capezzoli non sono ancora abituati e una presa strong può dare molto fastidio, essendo una zona molto sensibile a qualunque stimolazione. Sempre tra i modelli di pinze capezzoli, ci sono quelli con pesi, più adatti però alla tortura. Un paio di morsetti regolabili e con piume, invece, sono il complemento perfetto per un nipple play in cui anche l’occhio riceve la sua parte. Stimolano chi li indossa ed eccitano la vista di chi li vede all’opera. Molto sexy!

Come usare le pinze per capezzoli le prime volte

E vediamo ora come usare le pinze per capezzoli. Ti abbiamo consigliato quelle regolabili e su di loro ci concentriamo. Prima di tutto, ti consigliamo di preparare i capezzoli e la partner (o il partner) con dei preliminari eccitanti. Quando il capezzolo sarà già un po’ turgido, inseriscilo nella morsa delle mollette e gira la rotellina finché la pinza è ben ferma. Fai in modo da tenere la pinza alla base del capezzolo (quella, per capirci, attaccata all’aureola).

Per comprendere se la stretta è giusta, fatti dire dal partner o dalla partner che sensazione ha. Sente dolore? Allora hai stretto troppo, quindi apri la morsa con la rotellina e allenta la presa. Quanto tempo tenere le pinze per capezzoli? Questo è un dettaglio importante. Le prime volte, meglio non andare oltre i 10 minuti consecutivi. Ricorda che i morsetti non fanno circolare il sangue, quindi è il caso di andarci piano all’inizio. Con la pratica, poi, potrete aumentare i minuti.

Pinze per capezzoli? Attenzione alla sicurezza

Cosa manca per concludere la nostra guida su come usare le pinze per capezzoli? Qualche accenno alle regole di sicurezza, che vanno sempre rispettate come in ogni pratica BDSM o kinky. La sicurezza per pinze capezzoli prevede innanzitutto che non vengano usate per troppo tempo, perché l’assenza di sangue potrebbe provocare problemi di sensibilità. Se ti accorgi che il capezzolo è diventato livido, togli subito i morsetti.

Altra regola di sicurezza è stabilire in anticipo una safe word con il partner o la compagna di giochi hot. Vi state divertendo a fare sesso, questo è vero. Ma bisogna smettere appena qualcosa non va. Si sente fastidio o dolore? Ditelo con una parola e stoppate il nipple play immediatamente. Se poi state usando una benda sulla bocca, stabilite un segnale di sicurezza al posto della parola.

Morsetti per capezzoli. Tortura o piacere soft?

Come tutti i sex toys BDSM, anche le pinze per capezzoli possono essere usate per provocare sensazioni diverse. Sono strumenti di tortura, quando provocano dolore, strattonano e tirano i nipple. Sono accessori di piacere soft, quando si limitano a stuzzicarli. Il loro uso dipende quindi dai propri gusti in fatto di sesso.

Ma è certo che creano subito un’atmosfera sadomaso in quelle coppie incuriosite dall’immaginario Bondage. L’importante è usare le mollette per capezzoli in modo sicuro e consensuale. Dopodiché, tutto è concesso. Che ne dici: vuoi provarle? 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =