Skip to main content
indossare una gabbia per pene

Come convincere il partner a indossare una gabbia per pene

Indossare una gabbia per pene può diventare un’esperienza di sottomissione molto gratificante per i partner che decidono di provarla. Gli uomini indecisi e non ancora attratti da questa pratica BDSM, però, possono andare in ansia alla sola idea di farsi ingabbiare il membro. Fino a rifiutarsi di vestire questa piccola, ma tenace cintura di castità.

Come convincere il partner a indossare una gabbia fallica, se tu trovi l’idea esaltante? Come proporgli, insomma, di farsi dominare con l’astinenza forzata e il controllo delle sue pulsioni sessuali? Lasciando a lui, almeno all’inizio di questo vostro gioco Bondage, il controllo della situazione. Grazie a dei piccoli escamotage psicologici, vedrai che acconsentirà quanto meno a fare un tentativo. E se troverà soddisfazione, potrete spingervi oltre.

Proponigli una cintura di castità per principianti

Se vuoi proporre al partner di indossare una gabbia per pene, senza che ti risponda con un no definitivo, la prima mossa è mostrargli una cintura fallica per principianti. Introduci l’argomento con leggerezza e guardate qualche modello di gabbia fallica sui siti di sexy shop online. La gabbia pene per principianti è quella ad anelli, con distanziatori e in policarbonato medico (materiale leggero e anallergico).

La struttura ad anelli costringe e avvolge il membro, ma lo lascia intravedere. La percezione avvertita non sarà, quindi, di totale chiusura come con la gabbia di castità coprente e darà meno ansia. La presenza dei distanziatori, inoltre, permette di regolare la gabbia sulla lunghezza del pene, per un maggior comfort. Ottima per chi è all’inizio con le pratiche di costrizione fallica è anche la gabbia con apertura sulla punta, per urinare quando serve.

Lasciagli le chiavi della gabbia fallica

Lo scopo di una cintura di castità maschile è quello di impedire al partner l’erezione, la masturbazione e ogni altro rapporto sessuale. È una pratica BDSM perché il rapporto è di dominazione e sottomissione. Lo sanno bene le Mistress, che padroneggiano i loro slave anche con le cinture di castità. Il controllo, ovviamente, resta nelle mani della padrona, quando si tratta di Femdom. O in quelle del Dom, se la relazione BDSM è fra gay.

È chi comanda, quindi, a tenere le chiavi del lucchetto della gabbia fallica. E a decidere se e quando liberare il suo slave. Ecco: per convincere il tuo compagno a indossare una gabbia per pene, puoi lasciargli il controllo delle chiavi per pochissimi giorni o ore. Psicologicamente si sentirà più tranquillo, perché potrà liberarsi quando preferisce. Ma che costrizione è se il controllo ce l’ha lui e non tu? Be’, puoi esercitarlo comunque tu, chiedendo al partner di farti un resoconto ogni mezz’ora, magari con delle foto da inviarti. In questo modo, lui avrà le chiavi e si sentirà più quieto; tu controllerai che la gabbia stia dove deve stare.

Chiedigli di indossare una gabbia per pene solo in casa

Persuadere il partner a portare una gabbia fallica diventa più semplice se gli consenti di indossarla solo in casa. Questa opzione vale sia per le coppie che convivono, che per quelle a distanza. Nel primo caso, il tuo compagno indossa la gabbia in tua presenza e può chiederti in ogni momento di liberarlo (le chiavi le avrai tu, infatti). Se, invece, la vostra è una relazione dom/sub a distanza, digli che lasci le chiavi in casa ma in un posto che gli svelerai solo in casi di urgenza.

Questo escamotage lo tranquillizza mentalmente e lo dispone a fare un tentativo. Se non altro, puoi metterla sul piano di un gioco da interrompere in qualunque momento, se lui non se la sente di proseguire. Cosa succede, invece, se il partner ci prende gusto e ti chiede di indossare la gabbia fallica quotidianamente? Gli concedi di farlo anche al lavoro o quando è fuori casa per delle commissioni. A quel punto, siete passati al livello ulteriore e la cosa si fa ancora più intrigante.

Indossare una gabbia per pene. E se lui proprio non vuole?

È sempre possibile che il tuo compagno si rifiuti di mettere una cintura di castità, nonostante queste tue rassicurazioni. Cosa fare, se proprio non se la sente? Nulla: accettare il suo no e non insistere. Le pratiche BDSM, infatti, sono sicure e sane solo se c’è consenso reciproco. La regola perché non diventino rischiose è che dom e sub si accordino su tutto e prima ancora di iniziare i giochi s/m.

Lui non sente ragioni? Non forzare. Semmai, riparlagliene in un secondo momento oppure prendetevi del tempo per confrontarvi sulle vostre rispettive ragioni. Mal che vada, avrete avuto l’occasione di condividere delle fantasie erotiche, in un dialogo sincero che rafforzerà il vostro legame. Sei d’accordo con noi? Dicci la tua nei commenti 😉 .

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 6 =