Skip to main content
Come fare la dilatazione anale

Dilatazione anale: come farla e perché

La dilatazione anale è l’ingrediente principale per evitare il sesso anale doloroso. Aiuta infatti a rilassare lo sfintere, facilita la penetrazione ed elimina qualsiasi fastidio. Con un po’ di sano esercizio, puoi raggiungere livelli di dilatazione degni di una pornostar. Proprio quello che ti serve, se vuoi buttarti sul fisting anale o hai un’irrefrenabile passione per i dildo sopra i 30 cm.

Tutto molto bello, specie se sei una donna in cerca di uomini, un uomo cui piacciono i rapporti omosessuali o la stimolazione anale. Rimane un problema: come si fa una dilatazione anale? Vediamolo insieme e scopri come allargare in sicurezza il tuo lato B o quello del partner.

La dilatazione anale è permanente?

Una dilatazione anale ben fatta non è permanente. Lo sfintere anale è un muscolo e recupera le sue dimensioni normali in poco tempo, salvo casi particolari. Anzi, più lo alleni più diventa elastico. Ecco perché alcuni medici consigliano massaggi anali – non erotici – regolari a chi soffre di problemi gastrointestinali. Nonostante questo, ci sono davvero dei rischi.

Dilatazioni fatte male, specialmente se ripetute, possono portare a prolassi e incontinenza fecale. Per fortuna le cause sono chiare e anche abbastanza facili da evitare.

  • Mancanza di lubrificazione, che provoca lesioni più o meno gravi. Sul lungo periodo, le lesioni formano piccole cicatrici che riducono l’elasticità dello sfintere.
  • Penetrazione improvvisa, che forza lo sfintere ad allargarsi e lo può lacerare.
  • Penetrazione ripetuta con oggetti di grandi dimensioni. Lo sfintere deve avere il tempo per tornare alle dimensioni originali. Usare dildo anali giganti tutti i giorni non fa bene.

Se tieni a mente questi tre fattori di rischio, sei già a metà strada. Soprattutto, evita in qualsiasi modo creme anestetiche e anestetici locali. Il dolore è un campanello dall’allarme: se la penetrazione fa male, allora c’è qualcosa che non va.

Dilatazione prima del sesso da dietro

Le persone si avvicinano alla dilatazione anale soprattutto per fare sesso da dietro. Se ami il sesso occasionale o lo scambismo e ti piace prenderlo da dietro, uno sfintere elastico è un must. Ti permette di essere sempre pronto all’azione, quali che siano le misure del tuo nuovo partner. Riduce anche il rischio di lacerazioni, in caso di penetrazioni troppo veloci.

Per dilatare l’ano prima del sesso anale, basta poco.

  • Lubrificante anale.
  • Plug anali di diverse misure.

Dopo esserti svuotato e aver pulito l’area, lubrifica l’ano e massaggialo con un dito in senso circolare. In alternativa, fattelo massaggiare dal partner. Questa prima fase è poco invasiva, tant’è che puoi trasformarla in un rituale giornaliero. Una volta rilassato lo sfintere, lubrifica, introduci un plug di piccole o medie dimensioni e tienilo per 10/15 minuti.

Se ben fatta, basta questa piccola dilatazione anale per facilitare la penetrazione. La mancanza di preparazione è infatti la causa principale di sesso anale doloroso.

Dilatazione prima del fisting anale

Il fisting anale è un po’ più laborioso rispetto alla penetrazione normale. La ragione è abbastanza ovvia: neanche il pene del più dotato dei superdotati è grosso quanto una mano. Tant’è che lo stesso fisting vaginale richiede un’ottima penetrazione, anche se la vagina è più elastica dell’ano e meglio lubrificata.

Quando hai in programma una sessione di fisting anale, ricorda di pulire il tutto con cura. Lascia perdere le perette e punta direttamente su un bel clistere da 2 litri. Meglio ancora, prendi un purgante una trentina di ore prima dell’appuntamento e prosegui con il clistere, dopo esserti svuotato. In questo modo elimini qualsiasi traccia di cacca e ti godi la sessione in tranquillità.

Per la dilatazione anale vera e propria, ti servono plug anali di misure diverse. Parti con un plug di dimensioni medie, per rilassare lo sfintere. Fai passare 10/15 minuti e inserisci un plug di dimensioni più grandi, tenendolo per altri 10/15 minuti minimo. Se dovesse servire, prosegui con un plug un po’ più grande, finché l’ano non è pronto per accogliere la mano.

Se procedi con attenzione e lentezza, il fisting anale è sicuro e non causa danni permanenti. Evita di farlo troppo di frequente e lascia tempo all’ano di tornare alle dimensioni normali.

Qual è il miglior lubrificante anale da usare?

Il lubrificante è fondamentale per la dilatazione anale, ma quale lubrificante? Dipende dal tipo di sex toys che usi e dalla pratica. In ogni caso, scegli sempre un prodotto specifico per la penetrazione anale. I lubrificanti anali sono infatti più vischiosi di quelli vaginali e si seccano più lentamente.

  • Lubrificanti ad acqua. Come da nome sono a base d’acqua, compatibili con tutti i tipi di sex toys e di preservativi. Non macchiano e sono perfetti se devi prepararti per il sesso anale. Purtroppo, si asciugano piuttosto in fretta.
  • Lubrificanti siliconici. Le mucose non li assorbono, quindi durano più a lungo e sono più adatti al fisting. Evitali se vuoi usare sex toys anali di silicone: rischi di scioglierli.
  • Lubrificanti a base oleosa. Sono lubrificanti dallo scarso potere lubrificante e non compatibili con lattice e silicone. Meglio evitarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 10 =