Skip to main content
Come praticare un massaggio yoni

Come praticare un massaggio Yoni

Il massaggio Yoni è una delle forme di massaggio tantrico erotico più conosciute, e a ragione. Se ben fatto, non si limita a portare la fortunata all’orgasmo. No, la riempie di un piacere sempre più intenso, che culmina in un’ondata di orgasmi multipli. Un’esperienza quasi mistica, che può essere vissuta come semplice preliminare o come “dono” fatto alla partner.

Il sesso può essere eccitante, appagante, divertente. Siamo sicuri che possa essere anche “mistico”? Nonostante l’idea di sessualità sacra sia andata persa nella percezione occidentale, rimane da secoli il fulcro del Tantra. In sanscrito la vagina si chiama “yoni”, termine che significa letteralmente “spazio sacro”. Il massaggio Yoni è quindi più che un semplice divertimento, ma un rito che connette i due partner tra loro e alla parte più profonda di sé.

Il massaggio vaginale tantrico: la preparazione

Affinché abbia valore, il massaggio vaginale tantrico dev’essere un atto disinteressato. Sì, questo vale anche per gli incontri di sesso con donne occasionali. Devi praticarlo con l’idea di dare piacere alla partner senza pretendere nulla in cambio. Se tra un’ora o un giorno lei vorrà ricambiare, meglio per te. Per il momento, però, ciò che conta è solo il suo godimento. Solo così lei potrà rilassarsi a fondo e godersi l’esperienza senza pensare al “dopo”.

Come preparare te stesso e la partner per il massaggio Yoni?

  1. Riscalda l’olio da massaggio a bagnomaria, in acqua calda ma non bollente.
  2. Crea l’atmosfera giusta. Sia tu che lei dovete essere rilassati, in un ambiente tranquillo e rassicurante. Abbassa le luci, stendi un telo sul letto per non sporcare e tieni l’olio sottomano.
  3. Connettete il respiro. Nel sesso tantrico il respiro ha un ruolo centrale. Tu e la partner prendete respiri profondi e lenti, cercando di sincronizzarvi.
  4. Massaggia tutto il corpo. Prima di passare al massaggio vaginale vero e proprio, devi rilassare il resto del corpo. In che modo?

Come praticare il massaggio Tantra preliminare

Affinché il massaggio Yoni sia un’esperienza memorabile, devi eliminare qualsiasi tensione e far maturare l’eccitazione pian piano. Ecco perché è sbagliato buttarti subito su vulva e vagina. Prima di farlo, devi praticare un “innocente” massaggio Tantra.

  1. Massaggia la schiena dal basso verso l’alto, con le mani aperte ai lati della spina dorsale. Arrivato in cima, massaggia le spalle e scendi lungo le braccia, fino alla punta delle dita. Ripeti finché la partner non è del tutto rilassata.
  2. Massaggia le gambe e i piedi, dal basso fino all’attaccatura delle cosce e ai glutei. I piedi sono una zona particolarmente sensibile, così come la zona dell’osso pubico. Non toccare ancora la vulva.
  3. Fai girare la partner e massaggia il ventre con movimenti circolari, senza premere troppo.
  4. Massaggia il seno. Passa le mani tra i seni e attorno, quindi inizia a massaggiarli. Quando la partner inizia ad essere eccitata, passa un dito attorno ai capezzoli almeno 5 o 6 volte. Solo a questo punto massaggia i capezzoli.

Le sei fasi del massaggio Yoni

Dopo il massaggio Tantra la partner dovrebbe essere rilassata ed eccitata. Questo è il momento giusto per passare al massaggio Yoni vero e proprio, che interessa vulva e vagina. Assicurati di avere le mani e le dita ben lubrificate lungo tutte le fasi.

  1. Massaggia la vulva dall’alto verso il basso con la mano aperta, quindi pizzica con delicatezza le grandi e le piccole labbra.
  2. Passa la punta del dito attorno al clitoride e alterna cerchi grandi e piccoli.
  3. Picchietta sul cappuccio del clitoride, con movimenti dall’alto verso il basso e viceversa.
  4. Prendi l’asta del clitoride tra pollice e indice, tiralo e strofinalo su e giù con delicatezza.
  5. Passa il dito ben lubrificato sul clitoride vero e proprio. Usa movimenti circolari e varia il ritmo, cercando quello più piacevole per la partner.
  6. Introduci un dito nella vagina e cerca la zona del punto G. Per farlo, piega il dico a uncino e cerca un cuscinetto morbido pressapoco dietro il clitoride. Premi il polpastrello sopra e massaggialo con movimenti circolari. Allo stesso tempo, continua a stimolare il clitoride con la mano libera.

I benefici del massaggio tantrico per le donne

Il massaggio tantrico e, nello specifico, il massaggio Yoni sono concepiti come atti di pura generosità. Eliminano quindi tutta la tensione legata al sentirsi in obbligo di ricambiare, aiutando a svuotare la mente. La donna si affida infatti a te e ti lascia le chiavi del proprio piacere, così da concentrarsi solo su se stessa e sulle proprie sensazioni.

Per questo motivo, è un insieme di tecniche indicato per donne mature e un po’ stressate, che fanno fatica a lasciarsi andare e ad arrivare all’orgasmo. Essendo un massaggio lento, hai tutto il tempo per sciogliere le tensioni fisiche accumulate e abbattere eventuali barriere emotivi. Quando arrivi a massaggiare la “yoni”, la partner è rilassata al 100% e quindi già predisposta al climax.

Il massaggio Yoni può essere un dono fine a se stesso o un preliminare per il sesso. In questo secondo caso, aiuta la partner a lasciarsi andare e ad essere anche più attiva durante l’atto. Inoltre, gli orgasmi multipli avuti durante il massaggio facilitano gli orgasmi da penetrazione.

Che ne pensi, ti va di provare un bel massaggio tantrico? Se sì, facci sapere com’è andata nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − cinque =