Skip to main content
Consigli per la posizione dello smorzacandela

Posizione dello smorzacandela: cos’è e come si fa

La posizione dello smorzacandela è una sorta di missionaria al contrario. La donna sta sopra e guida il gioco, in teoria quanto meno. In realtà ci sono tante varianti, alcune delle quali danno le redini all’uomo. Diamo un’occhiata più approfondita a questa stuzzicante posizione sessuale, esaminiamone i trucchi e i vantaggi.

I movimenti dello smorza candela

Nella versione più basilare dello smorza candela, lei è seduta sopra e rivolta verso di lui. La penetrazione è vaginale e la donna si muove su e giù, regolando profondità e ritmo a piacere. Purtroppo, molte donne fanno fatica a mantenere questa posizione per lunghi periodi. Dopo un paio di minuti le cosce si stancano e la velocità dei colpi diminuisce.

Un modo per mantenere la posizione dello smorzacandela più a lungo è cambiare movimento e punto d’appoggio. Quando la donna è a smorza candela può infatti fare una o più delle seguenti cose.

  • Stringere le mani del partner e appoggiarsi a lui, così da scaricare un po’ del proprio peso dalle cosce.
  • Muovere il bacino avanti e indietro invece che su e giù. In questo modo si fa meno fatica e, se si trova la giusta angolazione, si stimola il cosiddetto “punto A”.
  • Massaggiare il pene con i muscoli vaginali, contraendoli e decontraendoli a piacere senza muoversi. Per farlo serve un pavimento pelvico ben allenato.
  • Lasciare che sia lui a muovere il bacino su e giù da sdraiato.

Varianti della posizione dello smorzacandela

Far fare meno fatica a una partner matura è un’ottima ragione per sperimentare con la posizione dello smorzacandela. Le varianti aiutano però anche a stimolare di zone diverse dalle solite, un ulteriore motivo per uscire dai soliti schemi.

Smorzacandela al contrario

Lei dà le spalle al partner e si muove come nello smorza candela classico. Per farle fare meno fatica, lui può piegare le gambe in modo che lei vi si appoggi con il busto. Ciò permette di mantenere la posizione più a lungo, il che rende lo smorzacandela al contrario la variante per le lunghe percorrenze.

Oltre che essere comoda, questa posizione consente di stimolare il retro del canale vaginale. Si tratta di una zona tendenzialmente meno sensibile, ma che offre comunque sensazioni interessanti. Inoltre, la donna è un poco più comoda e fa meno fatica a massaggiarsi il clitoride mentre si muove sul partner.

Nella posizione dello smorzacandela al contrario manca il contatto visivo, per ovvie ragioni. Si può rimediare in parte facendo sesso di fronte a uno specchio.

Smorzacandela sdraiato

Si parte dallo smorzacandela al contrario, con lei di spalle a lui. Dopodiché lei si sdraia all’indietro, si appoggia al partner o si regge sui gomiti. In questa posizione lui può abbracciarla, stimolarle i capezzoli e masturbarla.

In questa variante della posizione dello smorzacandela, lei si può muovere su e giù o avanti e indietro. Lui può enfatizzare i movimenti della partner con colpi dal basso. Il tutto richiede una certa coordinazione. Un’alternativa più semplice è lo smorzacandela sdraiato frontale.

Lei è sopra e guarda lui. Si piega in avanti per sdraiarsi sul partner, reggendosi con le mani o i gomiti. A questo punto si muove avanti e indietro o lascia che sia lui a muovere il bacino. È un’ottima soluzione per quando la partner è un po’ stanca.

Smorzacandela anale

Lo smorza candela è una posizione adatta soprattutto alla penetrazione vaginale profonda. Se lui non è troppo dotato, si può però optare anche per uno smorzacandela anale. Come da nome, l’unica differenza è l’orifizio usato ed è una posizione adatta anche al sesso tra uomini. Per il resto, i due partner possono applicare quasi tutti i consigli di cui sopra. Basta che stiano attenti a queste poche cose.

  1. Lubrificazione. Ne abbiamo già parlato dell’articolo su come fare sesso anale: la lubrificazione è fondamentale per evitare che la penetrazione faccia male.
  2. Lentezza. Almeno all’inizio i movimenti devono essere lenti, dato che il pene va davvero a fondo. Altrimenti, c’è il rischio che la partner – o il partner – penetrato si faccia male.
  3. Movimenti. Ano e retto sono delicati: meglio evitare i movimenti molto bruschi e preferire un più classico “su e giù”.

In caso di coppie eterosessuali, lo smorzacandela anale si presta anche a doppie penetrazioni con dildo e vibratori. In entrambi i casi, la cosa più semplice è che lui regga il sex toy sul pube; intanto, lei si muove sopra il giocattolo e il pene.

I vantaggi di una scopata a smorzacandela

La scopata a smorzacandela è faticosa per una donna, ma ha i suoi vantaggi.

  • Fa fare meno fatica a lui, quindi è adatta a coppie nelle quali lui è un po’ più adulto, infortunato o diversamente abile.
  • Lascia a lei il controllo, permettendole di scegliere ritmo, velocità e angolazione. Per questo motivo, è una delle posizioni sessuali migliori per l’orgasmo simultaneo.
  • Permette di stimolare il clitoride con facilità, sia a lei sia a lui.
  • Consente una penetrazione profonda anche a chi ha un pene piccolo, in grado di stimolare anche la cervice e il punto A.

Ti vengono in mente altri pregi della posizione dello smorzacandela? Condividili con noi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + diciassette =