Skip to main content
Come fare una sega con il culo

Come fare una sega con il culo

Ci sono tanti modi per massaggiare un pene: con le mani, se vuoi andare sul classico; con i piedi, se cerchi qualcosa di particolare. Con le natiche? Ebbene sì, si può benissimo fare una sega con il culo. Di solito è un preliminare o un modo per lubrificare ano e pene, in vista del sesso anale. In combinazione con altre tecniche, però, può diventare anche un modo per masturbare il partner fino all’orgasmo. In che modo?

Una sega con il culo?!

La sega con il culo è un gioco erotico perfetto per gli amanti del lato b. Si inizia con l’inserire il pene tra natiche, in verticale (l’inserimento in orizzontale arriva dopo, eventualmente). A questo punto si muovono i glutei su e giù, massaggiandolo fino all’orgasmo o fin quando le gambe non cedono.

La masturbazione con il culo viene meglio alle donne giovani e non troppo magre. Le natiche tondeggianti e un po’ sporgenti avvolgono per bene il pene e lo sorreggono. Nulla però vieta di usarla come preliminare nel sesso tra uomini, anche se le natiche maschili sono meno piene e più piatte.

Questo tipo di sega ha un indubbio vantaggio rispetto a una sega normale: mette i genitali a stretto contatto. La zona dell’ano è infatti molto sensibile, come sanno bene gli amanti del rimming. Lo strofinio stimola quindi chi riceve il trattamento, ma anche chi lo esegue. Se si tratta di una donna, aumenta l’eccitazione e migliora quindi la lubrificazione.

Un twerking hot per riscaldare l’atmosfera…

Prima di passare alla sega con il culo vera e propria, è meglio riscaldare un po’ l’atmosfera e costruire l’attesa. In che modo? Con un ballo dalla grande carica erotica, ovvero un bel twerking hot.

Se non lo sapessi, il twerking è un ballo che nasce negli anni ‘80 ma che ha guadagnato notorietà negli anni 2000. Il ballerino o la ballerina muove le natiche ritmicamente, così da focalizzare l’attenzione sulla parte bassa del corpo. Nella sua versione più basilare, il ballerino si piega un po’ in avanti e muove le natiche su e giù. In realtà la danza può essere molto più complessa – e faticosa – tant’è che esistono intere classi di twerking.

Il twerking rimanda in modo molto forte all’immagine del rapporto sessuale, il che lo rende di base un ballo erotico. Nel nostro caso specifico, è anche un’ottima preparazione alla sega con il culo. Il ballerino usa il ballo come “alibi” per accarezzare il pene da sopra i vestiti, alludendo a quello che verrà dopo.

Come massaggiare il pene con le natiche

Per massaggiare il pene con le natiche, serve prima di tutto che sia lubrificato per bene. Altrimenti, rischi che ci sia troppo attrito tra pene e natiche, rendendo l’esperienza sgradevole. Tieni quindi sottomano un buon lubrificante, meglio se a base d’acqua: i lubrificanti siliconici tendono a macchiare. Spalmalo su tutta la lunghezza del pene, scroto compreso, e in mezzo al sedere.

In che posizione fare o ricevere la sega con il culo? Dipende dalla situazione e dal luogo. Per comodità, con “lui” indichiamo chi riceve la sega.

  • Lui in piedi. In questo caso, chi fa la sega può rimanere a propria volta in piedi o un po’ piegato in avanti. Dipende anche dalla differenza di altezza.
  • Lui seduto. In questo caso, chi massaggia il pene dev’essere per forza piegato in avanti a novanta gradi o quasi. Per rendere l’operazione meno faticosa, ci si può poggiare a un tavolo o a un’altra sedia.
  • Lui sdraiato. Chi riceve la sega è sdraiato e chi la fa è nella posizione dell’amazzone, con il pene stretto tra le chiappe. Affinché riesca bene, bisogna avere un sedere sodo e abbastanza forte.
  • Lei sdraiata di pancia. Lui si mette sopra, sistema il pene tra le natiche e lo muove a piacere.

Sega con il culo e sesso orale, binomio perfetto

Il modo più semplice per lubrificare è usare un buon lubrificante a base d’acqua. Il più semplice, ma non il più hot tra quelli disponibili. Sega con il culo e sesso orale sono uno sposalizio perfetto e ideale se hai abbastanza spazio e tempo.

La saliva funge da lubrificante, almeno all’inizio. Prima di passare al massaggio del pene, quindi, è consigliabile iniziare con un pompino. Niente leccatine superficiali: il sottile strato di saliva si asciugherebbe subito e non avrebbe alcun potere lubrificante. Sì invece al deep throat, che provoca una salivazione molto più abbondante e vischiosa. Può aiutare anche il rimming, anche se un po’ di meno.

Il problema della saliva è che asciuga abbastanza in fretta, che è poi il motivo per cui non può sostituire il lubrificante nei giochi anali. A questo punto hai due strade:

  • usare il lubrificante;
  • tornare al rapporto orale.

La seconda opzione è di sicuro la più hot, ma richiede un’ottima pulizia per evitare infezioni fastidiose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + sei =